Si è conclusa la seconda edizione di Abano Juniorland, un weekend a misura di bambino. E proprio i bambini e le famiglie sono stati i protagonisti di queste due giornate (sabato 1 e domenica 2 giugno) all’insegna del divertimento, dell’allegria e della spensieratezza.

Sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 20.00 i più piccoli si sono lasciati coinvolgere da gonfiabili, macchinine a pedali, waterball, giochi in legno di una volta, giri in sella ai pony ma non solo, hanno realizzato meravigliosi aquiloni da far volare in cielo, coloratissimi disegni con i sabbiarelli e numerosi animaletti in carta, il tutto presso il Parco Termale Urbano di Abano Terme.

Attività ludico-didattiche e spettacoli non si sono fatti attendere, nella mattinata di sabato i più creativi hanno potuto realizzare creature fantastiche grazie al laboratorio di fumetti, nel pomeriggio grandi e piccini si sono cimentati nel divertente laboratorio di equilibrismo e giocoleria, hanno assistito ad un appassionante spettacolo di burattini tra due personaggi sbadati e innamorati, hanno imparato a fare delle gigantesche bolle di sapone, dopo aver visto uno strepitoso spettacolo, e ammirato con il naso all’insù una leggiadra danza sui tessuti aerei. Per concludere la prima giornata, in zona pedonale, fronte Hotel Orologio, sabato sera alle ore 21.30 ha preso vita un particolare acrobatic show con esibizioni di equilibrismo, giocoleria e divertenti situazioni comico-surreali.

Le attività sono riprese domenica mattina con gli stessi giochi, spettacoli e laboratori per chi se li fosse persi il giorno prima. Inoltre, un mago pasticcione è giunto fino al Parco Termale Urbano per far ridere bambini e genitori con le sue improbabili e bizzarre magie. Per il resto della giornata si sono alternati laboratori e spettacoli per concludersi con uno show di sottili equilibri su fune d’acciaio in zona pedonale.

Il format che conquista bambini e genitori anche quest’anno si è spinto oltre i confini di Abano Terme e ben oltre la provincia di Padova. Gruppi di famiglie con numerosi figli a seguito sono partiti da Chioggia, Vicenza, Treviso, Mantova e da altre città limitrofe per non perdersi Abano Juniorland.

Una fitta programmazione ha fatto in modo che Abano Juniorland non passasse inosservato: cartelli affissi lungo tutta la zona pedonale, locandine e program book consegnati casa per casa fino ad un raggio di 20 km da Abano e presso le attività commerciali delle terme e buoni sconto consegnati presso tutte le scuole. L’interazione nei social è stata molto positiva, con l’aggiornamento di Facebook e del sito i genitori interessati e incuriositi hanno approfittato per fare domande e chiedere maggiori informazioni. Anche lo spot radio ha riscosso un ottimo audience e numerosi partecipanti sono giunti sino ad Abano dopo aver ascoltato lo spot in macchina.